Biosistemica: la scienza che unisce. Metodi e applicazioni in campo clinico e sociale

 30.00

Anno: 2015
Editore: Franco Angeli
Autore: Pino De Sario , Rita Fiumara
Argomento: Psicoterapia

Tag: , , ,

Descrizione

In breve
Un libro per comprendere i funzionamenti difficili della nostra vita individuale e sociale, per stare bene nel corpo e nella mente. Uno strumento di arricchimento professionale per psicologi e psicoterapeuti, counselor, operatori della relazione d’aiuto, educatori. Una fonte di ispirazione per quanti –formatori e consulenti nelle organizzazioni – sono interessati a una corretta comprensione del comportamento individuale e sociale, con le sue articolazioni del corpo e della mente.
Presentazione del volume

La Biosistemica nasce dall’opera di Jerome Liss, psichiatra e psicoterapeuta, agli inizi degli anni Ottanta e poi si propaga in Europa, Asia e America.
Due le peculiarità della Biosistemica: la prima è data dalla costante integrazione di psicologia e neurobiologia. La seconda è data dal forte collegamento tra teoria e pratica, tra modelli e applicazioni: per un professionista della Biosistemica non basta, infatti, fare propri utili paradigmi; questi devono essere tradotti e trasformati in strumenti che sul campo possano alleviare sofferenze e disagi di individui e gruppi.
La prima parte del testo svolge un compito di definizione teorica e di aggiornamento scientifico, in cui si trova anche una lunga intervista inedita al suo fondatore.
La seconda parte illustra gli studi e definisce le applicazioni dei due rami – quello clinico e quello sociale – con i rilievi più attuali e collaudati sulle possibili declinazioni operative. La terza parte, infine, definisce gli attrezzi peculiari, gli strumenti pratici che la Biosistemica ha sviluppato in questi tre decenni.
Quindi, un libro per comprendere i funzionamenti difficili della nostra vita individuale e sociale, una bussola per meglio disporsi e aumentare le forme per stare bene nel corpo e nella mente, con gli altri, sui tre piani inclinati che in ogni istante ci vedono protagonisti di un fatidico intreccio: come “specie”, come “persone” e come “società”.
Il libro rappresenta uno strumento di arricchimento professionale per psicologi e psicoterapeuti, counselor, operatori della relazione d’aiuto, educatori, ma vuole anche essere una fonte di ispirazione per quanti – come i formatori e consulenti nelle organizzazioni – sono interessati a una corretta comprensione del comportamento individuale e sociale, con le sue articolazioni del corpo e della mente.