In offerta!

Facciamo un Caffè

 18.05

Anno: 2017
Editore: Hogrefe
Autore: AA.VV.
Argomento: Psicologia

Descrizione

Il primo Alzheimer Caffè nacque nel 1997 in Olanda, per iniziativa dello psicogeriatra Bère Miesen che, resosi conto di come per i malati di Alzheimer le cure sanitarie fossero insufficienti, comprese la necessità di inve­stire maggiormente negli interventi psicosociali. Gli Alzheimer Caffè (AC) sono realtà che nell’ultimo decennio hanno avuto un grande sviluppo anche nel nostro Paese. In quanto progetti bio-psico-sociali si rivolgono principalmente ai caregiver (il coniuge, i familiari, gli amici del paziente), offrendo loro un supporto nella quotidiana attività di cura, attraverso l’informazione, la formazione e il sostegno psicologico. Oggi sono previsti anche interventi specifici per i pazienti affetti da demenza.

L’avvio di un progetto di AC richiede una rifles­sione sulla natura della rete dei servizi e della rete sociale esistenti nel territorio, al fine di affi­dare all’AC obiettivi di sostegno e assistenza che le istituzioni non sono in grado di offrire. Questo manuale, curato dal Gruppo di Lavoro “Alzheimer Caffè” dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte, mette a disposizione di operatori, centri di servizi e volontariato, enti sanitari e istituzioni, un vademecum per la progettazione, la messa in atto e la gestione di un AC, definendo in dettaglio attività per i caregiver e pazienti, modalità di lavoro e di formazione dell’équipe, e fornendo linee guida e strumenti di utilizzo immediato.