In offerta!

Identità polifonica al tempo della migrazione

 18.05

Anno: 2018
Editore: Alpes Italia
Autore: Chiara Rosso
Argomento: Psicoanalisi

Descrizione

Alcuni psicoanalisti e un sociologo riflettono sulla dimensione dello straniero e sull’estraneità. Roussillon analizza Lo straniero di Camus in cui la questione è indagata secondo diverse modalità; Zilkha esplora sfaccettature della oggettivazione dal vertice della vergogna; Grassi riflette sugli ‘affetti in transito’; Ambrosini esplora le trasformazioni delle famiglie di migranti; Sommantico considera il “fraterno” nell’ambito dell’adozione internazionale; Biondo elabora la teoria per cui l’adolescente migrante possiede una duplice natura identitaria. Nella parte conclusiva s’indaga la psicoanalisi in Libano, luogo di dialogo tra le comunità, dove non trova resistenza come negli altri paesi arabi: Khoury mostra come la psicoanalisi tragga origini da sorgenti talmudiche, islamiche e cristiane e si sia sviluppata in un contesto con una lunga tradizione di diversità e pluralismo culturale; Khair Badawi constata l’emergere di meccanismi di scissione in grado di attaccare il sentimento di appartenenza collettivo. Infine Rosso approfondisce l’intreccio tra lingua e cultura inquadrando la migrazione all’interno della nostra attuale realtà tecnologica e comunicativa.