Il disturbo dissociativo d’identità. Il trattamento cognitivo-comportamentale

 19.00

Disponibile (ordinabile)

Anno: 2016
Editore: Franco Angeli
Autore: Antonio D'Ambrosio , Francesca Costanzo
Argomento: Psicoterapia cognitivo-comportamentale

Tag: , , ,

Descrizione

Il disturbo dissociativo dell’identità è una patologia qualitativa della coscienza oggetto di interesse speculativo in diversi ambiti.
Strutturato come un vero e proprio manuale, il testo presenta un’approfondita panoramica delle definizioni del disturbo alla luce delle più recenti teorie neurobiologiche e cognitive, per poi affrontare gli aspetti etiologici, le comorbidità e la diagnosi alla luce delle più recenti classificazioni nosografiche, con una descrizione dei vari strumenti utili nella gestione del caso.
Fornisce quindi indicazioni pratiche di terapia cognitivo-comportamentale (EMDR, CBT, DBT, ACT, ecc.) integrando anche gli aspetti riabilitativi (arteterapia, tecnica del gioco con la sabbia). I principali obiettivi (sviluppare la fiducia, correggere le percezioni alterate, migliorare il funzionamento cognitivo, imparare nuovi skill comportamentali, vivere nel presente invece che negli stati dissociati) sono descritti in modo pratico e approfondito. Non mancano indicazioni precise su come intervenire rispetto alle fobie correlate a un trauma, come costruire la sicurezza lavorando con le parti dissociate, come e quando contenere i ricordi traumatici.
Uno strumento, dunque, fondamentale per psichiatri, psicologi, psicoterapeuti e terapisti della riabilitazione psichiatrica, ma anche per chi è incuriosito dalle tematiche relative alla coscienza e alle sue frammentazioni.