L’interpretazione nella psicoanalisi contemporanea: l’efficacia

 20.00

Anno: 2016
Editore: Franco Angeli
Autore: Sandro Panizza
Argomento: Psicopatologia

Tag: , ,

Descrizione

In breve

In questo libro l’autore affronta un tema centrale della psicoanalisi: l’interpretazione. Dalle origini freudiane, kleiniane, agli autori e ai contesti più recenti: da Winnicott a Bion, agli autori postbioniani, alla nebulosa dell’intersoggettività, evolutiva e adulta.

Presentazione del volume

In questo libro l’autore affronta un tema centrale della psicoanalisi: l’interpretazione. L’efficacia dell’interpretazione ci porta innanzitutto a seguirne la storia e le trasformazioni dalle origini freudiane, kleiniane, agli autori e ai contesti più recenti: da Winnicott a Bion, agli autori postbioniani, alla nebulosa dell’intersoggettività, evolutiva e adulta. Quindi a scrutinare l’interpretazione nella società attuale, molto più complessa di quella di cento anni fa: a scoprirne i valori e le trasformazioni nella clinica. È dunque sul campo che viene saggiata nel libro l’utilità e l’efficacia dell’interpretazione, affrontando i momenti topici. Innanzitutto il transfert negativo, quindi le situazioni narcisistiche, l’impasse della non sostenibilità, del pensiero concreto e infine della psicosi. In queste situazioni l’autore segnala possibili strategie, diverse dall’interpretazione, per contattare il cuore del paziente: strategie immerse in racconti clinici, ove prevale talora il “conversare analitico”, talora “l’azione interpretativa”, talora la “dislocazione” nel mondo frammentato del paziente psicotico. Seguendo poi il filo dell’efficacia dell’interpretazione, cerca di smontarne il meccanismo e disegnarne la sintassi, per individuare quegli elementi che ne tutelano l’utilità: sono soprattutto gli elementi del processo primario contenuti nell’interpretazione, e la parola creativa, che hanno la probabilità di raggiungere l’inconscio, cui si allineano nella forma omologa. La forma è fondamentale per rintracciare i tragitti percorribili.
Non poteva mancare la rassegna dell’interpretazione dei sogni. Partendo dalla storia, l’autore studia come in cento anni è cambiato il modo di trattare i sogni nella relazione analitica; una disamina che convoca quegli autori che hanno introdotto accenti originali nell’accostare i sogni: linee diverse, utilizzate diversamente nel libro nella saga dei sogni di una paziente. Infine, a conclusione del libro, un apologo di Martin Buber ci fa riflettere visivamente sulla stretta inerenza dell’efficacia dell’interpretazione e l’incontro con l’altro che ascolta profondamente e interagisce. Il tema del libro esce allora allo scoperto: è la qualità della relazione analitica che definisce tempi, modi e opportunità dell’interpretazione.

Sandro Panizza, psicoanalista ordinario della SPI, lavora privatamente a Brescia. Ha scritto diversi articoli e libri, tra cui Il divano dei cambiamenti (Antigone, 2013); con Anna Bassetti, Tra psicoanalisi e psicoterapia: un ponte verso l’avvenire (Angeli, 2014). Già redattore ne gli argonauti e segretario scientifico del Centro Milanese di Psicoanalisi, attualmente è caporedattore della Rivista di Psicoanalisi.

Indice

Paolo Fabozzi, Prefazione
Premessa
Introduzione
Parte I. L’interpretazione nella relazione analitica
La storia dell’interpretazione
Limiti dell’interpretazione (1). Transfert negativo e interpretazione: porte di ingresso e vie di uscita
L’interpretazione nelle personalità narcisistiche
Limiti dell’interpretazione (2): situazioni cliniche che minano l’efficacia dell’interpretazione verbale
L’interpretazione efficace
La sintassi dell’interpretazione
Interpretazione e associazione
Interpretazione e psicosi: l’altra stanza
Interpretazione e ambiente analitico: le cose, l’individuo, il gruppo
L’interpretazione in rapporto alla parola generativa in psicoanalisi
Parte II. L’interpretazione del sogno
L’interpretazione dei sogni dopo Freud: una saga onirica
La storia dell’evoluzione del sogno
Relazione e interpretazione
Bibliografia.