Manuale di terapia cognitiva delle psicosi

 39.00

Anno: 2012
Editore: Franco Angeli
Autore: Antonino Carcione , Giuseppe Nicolò , Michele Procacci
Argomento: Psicoterapia cognitivo-comportamentale

Tag: , , , ,

Descrizione

Un manuale sulle psicosi pensato per gli studenti dei corsi di laurea magistrale in Psicologia e delle scuole post-universitarie che presenta le più attuali elaborazioni teoriche, sostenendole con chiari esempi clinici. Ma anche un testo di aggiornamento per i professionisti della salute mentale che si confrontano con casi di psicosi nella loro pratica clinica.
Il testo propone contributi originali di autori italiani e stranieri che si occupano dell’inquadramento e della cura delle psicosi, dai prodromi alla remissione. Privilegia l’approccio cognitivo perché, insieme ai farmaci, è il più empiricamente solido per le numerose prove di efficacia.
Dopo un primo inquadramento storico, la prima parte del manuale affronta il tema della valutazione della psicosi, tenendo conto dei modelli psicologici e dei malfunzionamenti cognitivi e metacognitivi. Emerge una descrizione per fasi/stadi di malattia, ciascuno con le proprie caratteristiche e implicazioni sull’esito funzionale e sociale.
La seconda parte propone un’analisi dei possibili trattamenti e si apre con una rassegna di quelli validati empiricamente, spiegando quali prove di efficacia ne sostengono l’impiego nelle linee guida internazionali.
I capitoli che seguono illustrano specifiche tecniche per il miglioramento delle abilità sociali (Social Skills Training) e delle funzioni cognitive (Cognitive Remediation). Uno spazio è stato dedicato agli interventi psicoeducazionali per le famiglie, a una innovativa pratica di Mindfulness applicata alla terapia cognitiva delle psicosi e all’uso ragionato degli psicofarmaci per una buona pratica clinica nei trattamenti combinati.
Il volume sottolinea come attualmente sia possibile personalizzare i trattamenti per i pazienti psicotici, programmando gli interventi più appropriati ed efficaci per stadio di malattia, promuovendo un migliore recupero funzionale e una migliore qualità di vita.