In offerta!

Psicoanalizzare

 21.85

Anno: 2002
Editore: Borla
Autore: Didier Anzieu
Argomento: Psicologia

Descrizione

«Questo primo volume raccoglie una selezione di testi di Didier Anzieu sul suo rapporto con la psicoanalisi. Il suo titolo è un verbo, Psicoanalizzare, un’azione che evoca un pensiero, un lavoro di pensiero per sostenere, riflettere e comunicare una pratica. Questo verbo esige almeno due soggetti, collegati e isolati nell’esperienza intima e unica dell’inconscio, ciascuno esortante l’altro a divenire lo attraverso le vicissitudini del percorso in cui la psicoanalisi li ha impegnati. Il verbo presuppone un soggetto che oggi sembra conosciuto da tutti. Ma Didier Anzieu ha incessantemente spostato i territori della pratica psicoanalitica, in ragione stessa della sua fedeltà al metodo di Freud e per effetto delle esigenze della clinica e dei rimaneggiamenti della teoria… Quattro parti compongono questo primo volume. Ciascuna di esse presenta i lavori selezionati secondo un ordine cronologico. La prima raccoglie due studi sul radicamento della psicoanalisi nella mitologia. La seconda parte raccoglie sotto il titolo “Sogno, autoanalisi e sessualità” degli articoli pubblicati tra il 1973 e il 1993. I tre termini che lo compongono indicano su quali fondamenti della psicoanalisi si è organizzato il lavoro di ricerca di D. Anzieu. I lettori riscopriranno la sua conoscenza intima e critica dell’opera freudiana, la sua vicinanza alla persona di Freud, e sicuramente l’erudizione del cercatore sempre attento sia ai dati del testo che ai suoi commenti. Ciò che Didier Anzieu ha trovato nel “circolo degli analisti” costituisce il materiale della terza parte dell’opera. La psicoanalisi è in effetti anche l’opera di invenzione e trasmissione continuata dagli psicoanalisti. La quarta parte raccoglie appunto due testi incentrati sul “diventare psicoanalisti”, modalità propria di D. Anzieu di concepire l’avvenire della psicoanalisi stessa. Il capitolo che la apre è un titolo programma di considerevole audacia, scritto un quarto di secolo fa, “La psicoanalisi ancora”…».