In offerta!

Trauma, coscienza, personalità

 24.70

Anno: 2016
Editore: Raffaello Cortina
Autore: Janet Pierre
Argomento: Psicotraumatologia

Tag: , , ,

Descrizione

A cura di Francesca Ortu e Giuseppe Craparo

Prefazione di Giovanni Liotti

Gli scritti clinici qui presentati per la prima volta in traduzione italiana e che spaziano lungo tutto l’arco dell’elaborazione teorica di Pierre Janet, considerato il “padre della moderna psicotraumatologia”, permettono di cogliere la grande attualità della sua tecnica terapeutica. Sono stati scelti testi che consentono di mostrare “Janet al lavoro” e di apprezzare così la singolarità di una pratica clinica centrata sul paziente e profondamente rispettosa della sua persona a prescindere dalle manifestazioni psicopatologiche; un atteggiamento che sembra “configurare un’interessante variante dell’empatia”. Come contributo alla riscoperta, dopo lunghi anni di oblio, dell’originalità e della fecondità dell’opera di Janet vengono raccolti alcuni dei suoi più famosi casi clinici, con il proposito di illustrare le applicazioni cliniche della teoria psicologica janetiana e le molteplici strategie di intervento psicoterapeutico utilizzate nel trattamento dei disturbi dissociativi riconducibili, secondo l’autore, al fallimento della “sintesi mentale”, ossia delle funzioni mentali superiori.

L’autore

Pierre Janet (1859-1947), filosofo e psicologo fra i più influenti della sua epoca, insegnò alla Sorbona dal 1895 al 1902 e successivamente al Collège de France. Obiettivo della sua ricerca era lo studio eziologico delle nevrosi. Tra le sue opere più significative: Névroses et idées fixes (1898) e La médecine psychologique (1923). In questa collana è stato pubblicato anche L’automatismo psicologico. Saggio di psicologia sperimentale sulle forme inferiori dell’attività umana (2013).